fbpx
Articoli filtrati per data: Marzo 2020 - Mutuetto

Ciao bello de casa, 

COMUNICAZIONE IMPORTANTISSIMA DA LEGGERE FINO ALLA FINE

oggi parliamo di sospensione del mutuo a seguito di eventi sfortunati come la perdita del lavoro o la morte di un mutuatario o un evento che renda invalidi.

Questo fondo esiste dal 2007 e poi è stato modificato nel 2013, ha preso il nome di FONDO GASPARRINI

Di seguito ti riporto pari pari la scheda informativa che puoi trovare anche da solo sul sito del MEF (Ministero Economia e Finanze)

Fondo solidarietà mutui prima casa Scheda informativa 2013 valida per le domande da presentare a partire dal 27 aprile 2013

 

Il Fondo consente la sospensione, fino a 18 mesi, del pagamento dell’intera rata del mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale e provvede al pagamento degli oneri finanziari pari agli interessi maturati sul debito residuo durante il periodo della sospensione, corrispondente esclusivamente al parametro di riferimento del tasso di interesse applicato ai mutui e, pertanto, al netto della componente di maggiorazione sommata a tale parametro

 La sospensione è concessa per i mutui di importo erogato non superiore a € 250.000, in ammortamento da almeno un anno, il cui titolare abbia un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 30.000 euro.

La nuova disciplina (il Regolamento di cui al Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze n. 37 del 22 febbraio 2013 pubblicato nella G.U.R.I. n. 86 del 12 aprile 2013) che entra in vigore il 27 aprile 2013, ha sensibilmente modificato i presupposti per l’accesso al beneficio della sospensione del mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale. In particolare la sospensione del pagamento della rata di mutuo è subordinata esclusivamente al verificarsi di almeno uno dei seguenti eventi, relativi alla sola persona del mutuatario, intervenuti successivamente alla stipula del contratto di mutuo e accaduti nei tre anni antecedenti alla richiesta di ammissione al beneficio:

1. cessazione del rapporto di lavoro subordinato, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di risoluzione per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia o di anzianità, di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, di dimissioni del lavoratore non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione;

2. cessazione dei rapporti di lavoro di cui all'art. 409, numero 3), del codice di procedura civile, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di recesso datoriale per giusta causa, di recesso del lavoratore non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione;

3. morte o riconoscimento di handicap grave, ai sensi dell'art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, ovvero di invalidità civile non inferiore all'80 per cento. In casi di mutuo cointestato, gli eventi possono riferirsi anche ad uno solo dei mutuatari.

La sospensione:

  •  non comporta l'applicazione di alcuna commissione o spesa di istruttoria e avviene senza richiesta di garanzie aggiuntive;
  •  è concedibile anche per i mutui che hanno già fruito di altre misure di sospensione, purché tali misure non determinino complessivamente una sospensione dell'ammortamento superiore a diciotto mesi.

 

La sospensione non può essere richiesta per i mutui che abbiano almeno una delle seguenti caratteristiche:

1. ritardo nei pagamenti superiore a novanta giorni consecutivi al momento della presentazione della domanda da parte del mutuatario, ovvero per i quali sia intervenuta la decadenza dal beneficio del termine o la risoluzione del contratto stesso, anche tramite notifica dell'atto di precetto, o sia stata avviata da terzi una procedura esecutiva sull'immobile ipotecato;

2. fruizione di agevolazioni pubbliche;

3. un'assicurazione a copertura del rischio che si verifichino gli eventi di cui sopra, purché tale assicurazione garantisca il rimborso almeno degli importi delle rate oggetto della sospensione e sia efficace nel periodo di sospensione stesso.

 

Le istanze di accesso al beneficio vanno presentate presso la banca o l’intermediario finanziario che ha erogato il mutuo a partire dalla data di entrata in vigore del nuovo regolamento (27 aprile 2013).

La banca o l’intermediario finanziario, verificata la completezza e regolarità formale dell’istanza, la inoltra a CONSAP S.p.A. (soggetto gestore del Fondo) che, verificati i presupposti, rilascia il nulla osta alla sospensione del pagamento delle rate di mutuo.

La banca o l’intermediario finanziario, acquisito il “nulla osta” di CONSAP, comunica all’interessato la sospensione dell’ammortamento del mutuo. Ulteriori informazioni potranno essere assunte presso CONSAP S.p.A. www.consap.it 

Ma quale sarebbe la documentazione occorrente?

La domanda deve essere presentata alla banca presso la quale è in corso di ammortamento il mutuo, unitamente alla seguente documentazione:

  • Documento di Identità

Inoltre il richiedente dovrà presentare la seguente documentazione:

  1. In caso di cessazione del rapporto di lavoro subordinato, con attualità dello stato di disoccupazione

    • In caso di rapporto a tempo indeterminato, lettera di licenziamento ovvero documentazione attestante le dimissioni da lavoro per giusta causa (si veda punto 3)
    • In caso di rapporto a tempo determinato, copia del contratto nonché eventuali comunicazioni interruttive del rapporto (nel caso di dimissioni per giusta causa si veda il punto 3)
  2. In caso di cessazione del rapporto di lavoro di cui all'art. 409 numero 3 del c.p.c., con attualità dello stato di disoccupazione:

    • copia del contratto nonché eventuali comunicazioni interruttive del rapporto (in caso di recesso per giusta causa si veda il punto 3)
  3. In tutti i casi di dimissioni per giusta causa:

    • sentenza giudiziale o atto transattivo bilaterale, da cui si evinca l'accertamento della sussistenza della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore;
    • lettera di dimissioni per giusta causa con il riconoscimento espresso da parte del datore di lavoro della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore ovvero lettera di dimissioni unitamente all'atto introduttivo del giudizio per il riconoscimento della giusta causa.
  4. In caso di insorgenza di condizioni di non autosufficienza o handicap grave dell'intestatario o di uno dei cointestatari del contratto dei mutuo:

    • certificato rilasciato dall'apposita commissione istituita presso l'ASL competente per territorio che qualifichi il mutuatario quale portatore di handicap grave (art. 3, comma 3, legge 104/1992) ovvero invalido civile (da 80% a 100%)

 

Si vabbè Mutuè. ma 'ndo lo trovo adesso il modulo per fare la domanda?

eccotelo servito  (VECCHIO MODULO)

 

 

NUOVO MODULO DOPO IL DPCM CURA ITALIA 2020

 

Queste sono le linee guida del Fondo di solidarietà Gasparrini che si sono adottate fino a ieri, ai giorni nostri ( scriviamo oggi 18/03/2020) in piena emergenza per il virus Covid19 più conosciuto come Coronavirus il Governo ha emesso un decreto stabilendo nuovi criteri facilitando l'accesso allo stesso .

Con le nuove disposizioni avranno diritto ad accedere al fondo anche i lavoratori autonomi autocertificando una diminuzione del fatturato del 33% dal 21 febbraio 2020 alla data di presentazione della domanda di accesso al fondo rispetto l'ultimo trimestre 2019 ( in pratica devi dichiarare che siccome sei stato chiuso questo mese per obbligo di legge non hai potuto incassare).

Ed inoltre non c'è più da presentare la certificazione ISEE che faceva perdere tanto tempo . 

moratoria

 

Ma non è tutto, dalle indagini fatte da mutuetto tuo, proprio per non lasciarti solo in questi momenti, le banche, quelle cattivone, si stanno attrezzando con fondi propri proprio per aiutare le famiglie in difficoltà

Quindi continua a seguirci su facebook o chiamaci per sapere come si muoverà ogni banca e cosa bisognerà fare.

 

ciao ed alla prossima.

 

ps cerca di non perdere il sorriso, questa storia in qualche modo si sistemerà, essendo una cosa nuova tutti ci stiamo muovendo senza una direzione ben precisa, e questo magari fa perdere del tempo che se stai in difficoltà, a te, può sembrare infinito.

Per qualsiasi dubbio manda una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al servizio che abbiamo creato apposta per te con le tue domande o il tuo numero di telefono per essere ricontattato.

Non lasciamo nessuno da solo

 

 

fonti http://www.dt.mef.gov.it/it/attivita_istituzionali/interventi_finanziari/operazioni_finanziarie/fondomutui.html

https://www.consap.it/notizie/2020-03-20-emergenza-coronavirus-le-novit%C3%A0-per-richiedere-la-sospensione-mutui-prima-casa/

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/17/20G00034/sg

https://www.consap.it/fondi-di-solidarieta/fondo-di-solidariet%C3%A0-per-i-mutui-per-lacquisto-della-prima-casa/domanda-ed-elenco-documenti/

Pubblicato in K2 Blog

Ciao bello de casa, 

in questi giorni di crisi da virus, mi sembra di aver capito che noi dobbiamo stare a casa per riparare noi e chi ci sta vicino di contagiarci ed essere soggetto di contagio.

Li fuori in prima linea ci sono DECINAIA, ma no, centinaia, ma di più, migliaia di persone che stanno lavorando per assicurarci i servizi essenzlali.

A te, pensando a questi eroi ed eroine moderne ti sarà venuto in mente un medico, una dottoressa o un' infermiera.

Esistono altre categorie di questi indomiti, commessi al supermarket, tabaccai, farmacisti, ma Il Bancario, che fa?

Ti do una notizia, anche lui insieme ai postini sono tra quelli che ogni giorno si mettono a rischio, credi che gli abbiano dato il kit per salvaguardarsi?

Non a tutti e non in tutti i casi.

Comunque tralasciando il supereroe vestito da direttore bancario ti do un paio di notizie;

Mentre noi siamo a casa il poro Governo sta cercando di mettere in atto leggi o decreti per farci affrontare il periodo ( giosto o sbagliato lo capiremo, a me della politica interessa poco in questi frangenti), i commessi stanno li che ci aiutano a fare la spesa ecc, poi ce so tutti quei personaggi tra imprenditori e vip che stanno facendo offerte agli ospedali, e le banche?

Anche loro hanno fatto offerte, ma soprattutto stanno mettendo in atto manovre migliori di quelle del governo e lo stanno facendo in silenzio, senza conferenza stamapa e senza clamore.

Si, lo so che la Banca di solito è quella cattiva, ma bisogna dargli atto che sto giro si sta comportanto alla grande, ancora non tutte ma parecchie si sono mosse prima.

Perchè ti dico meglio del governo?

Perchè il governo ha messo in atto provvedimenti che per essere attuati hanno bisogno di tempo, mentre le banche no, hanno bloccato mutui e finanziato aziende subito, de primo acchitto, veloce, basta una mail.

Quindi ho deciso di dargli 5 minuti di gloria sui miei canali media, per una volta apprezziamo quello che fanno, poi torneremo a stramaledirne.

Riassumendo: il Governo me pare lento a prendere vari provvedimenti, Noi famo finta de portà il cane a piscià o compramo 40 grammi de prosciutto o semo diventati tutti runner, Banche provvedimenti che dimostrano di stare sul pezzo.  

QUASI ME DIMENTICAVO, CERCA DA FARE TUTTO DE CASA CHE QUESTI LA PELLE CE LA METTONO DAVVERO, E RICORDATE, CHI CE METTE LA FACCIA MERITA RISPETTO, LE ZOZZATE DI SOLITO LE FANNO QUELLI CHE NUN SE VEDONO

BANCHE VS TUTTI 1 A 0

qui trovi i provvedimenti Credit Agricole

ciao Bello

 

Pubblicato in K2 Blog

Ciao bello de casa, 

in questi giorni di crisi da virus, mi sembra di aver capito che noi dobbiamo stare a casa per riparare noi e chi ci sta vicino di contagiarci ed essere soggetto di contagio.

Li fuori in prima linea ci sono DECINAIA, ma no, centinaia, ma di più, migliaia di persone che stanno lavorando per assicurarci i servizi essenzlali.

A te, pensando a questi eroi ed eroine moderne ti sarà venuto in mente un medico, una dottoressa o un' infermiera.

Esistono altre categorie di questi indomiti, commessi al supermarket, tabaccai, farmacisti, ma Il Bancario, che fa?

Ti do una notizia, anche lui insieme ai postini sono tra quelli che ogni giorno si mettono a rischio, credi che gli abbiano dato il kit per salvaguardarsi?

Non a tutti e non in tutti i casi.

Comunque tralasciando il supereroe vestito da direttore bancario ti do un paio di notizie;

Mentre noi siamo a casa il poro Governo sta cercando di mettere in atto leggi o decreti per farci affrontare il periodo ( giosto o sbagliato lo capiremo, a me della politica interessa poco in questi frangenti), i commessi stanno li che ci aiutano a fare la spesa ecc, poi ce so tutti quei personaggi tra imprenditori e vip che stanno facendo offerte agli ospedali, e le banche?

Anche loro hanno fatto offerte, ma soprattutto stanno mettendo in atto manovre migliori di quelle del governo e lo stanno facendo in silenzio, senza conferenza stamapa e senza clamore.

Si, lo so che la Banca di solito è quella cattiva, ma bisogna dargli atto che sto giro si sta comportanto alla grande, ancora non tutte ma parecchie si sono mosse prima.

Perchè ti dico meglio del governo?

Perchè il governo ha messo in atto provvedimenti che per essere attuati hanno bisogno di tempo, mentre le banche no, hanno bloccato mutui e finanziato aziende subito, de primo acchitto, veloce, basta una mail.

Quindi ho deciso di dargli 5 minuti di gloria sui miei canali media, per una volta apprezziamo quello che fanno, poi torneremo a stramaledirne.

Riassumendo: il Governo me pare lento a prendere vari provvedimenti, Noi famo finta de portà il cane a piscià o compramo 40 grammi de prosciutto o semo diventati tutti runner, Banche provvedimenti che dimostrano di stare sul pezzo.  

QUASI ME DIMENTICAVO, CERCA DA FARE TUTTO DE CASA CHE QUESTI LA PELLE CE LA METTONO DAVVERO, E RICORDATE, CHI CE METTE LA FACCIA MERITA RISPETTO, LE ZOZZATE DI SOLITO LE FANNO QUELLI CHE NUN SE VEDONO

 

BANCHE VS TUTTI 1 A 0

qui trovi i provvedimenti Monte Paschi Siena

Ciao Bello 

Pubblicato in K2 Blog

Ciao bello de casa, 

COMUNICAZIONE IMPORTANTISSIMA DA LEGGERE FINO ALLA FINE

oggi parliamo di sospensione del mutuo a seguito di eventi sfortunati come la perdita del lavoro o la morte di un mutuatario o un evento che renda invalidi.

Questo fondo esiste dal 2007 e poi è stato modificato nel 2013, ha preso il nome di FONDO GASPARRINI

Di seguito ti riporto pari pari la scheda informativa che puoi trovare anche da solo sul sito del MEF (Ministero Economia e Finanze)

Fondo solidarietà mutui prima casa Scheda informativa 2013 valida per le domande da presentare a partire dal 27 aprile 2013

 

Il Fondo consente la sospensione, fino a 18 mesi, del pagamento dell’intera rata del mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale e provvede al pagamento degli oneri finanziari pari agli interessi maturati sul debito residuo durante il periodo della sospensione, corrispondente esclusivamente al parametro di riferimento del tasso di interesse applicato ai mutui e, pertanto, al netto della componente di maggiorazione sommata a tale parametro

 La sospensione è concessa per i mutui di importo erogato non superiore a € 250.000, in ammortamento da almeno un anno, il cui titolare abbia un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 30.000 euro.

La nuova disciplina (il Regolamento di cui al Decreto del Ministro dell’economia e delle finanze n. 37 del 22 febbraio 2013 pubblicato nella G.U.R.I. n. 86 del 12 aprile 2013) che entra in vigore il 27 aprile 2013, ha sensibilmente modificato i presupposti per l’accesso al beneficio della sospensione del mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale. In particolare la sospensione del pagamento della rata di mutuo è subordinata esclusivamente al verificarsi di almeno uno dei seguenti eventi, relativi alla sola persona del mutuatario, intervenuti successivamente alla stipula del contratto di mutuo e accaduti nei tre anni antecedenti alla richiesta di ammissione al beneficio:

1. cessazione del rapporto di lavoro subordinato, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di risoluzione per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia o di anzianità, di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, di dimissioni del lavoratore non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione;

2. cessazione dei rapporti di lavoro di cui all'art. 409, numero 3), del codice di procedura civile, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di recesso datoriale per giusta causa, di recesso del lavoratore non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione;

3. morte o riconoscimento di handicap grave, ai sensi dell'art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, ovvero di invalidità civile non inferiore all'80 per cento. In casi di mutuo cointestato, gli eventi possono riferirsi anche ad uno solo dei mutuatari.

La sospensione:

  •  non comporta l'applicazione di alcuna commissione o spesa di istruttoria e avviene senza richiesta di garanzie aggiuntive;
  •  è concedibile anche per i mutui che hanno già fruito di altre misure di sospensione, purché tali misure non determinino complessivamente una sospensione dell'ammortamento superiore a diciotto mesi.

 

La sospensione non può essere richiesta per i mutui che abbiano almeno una delle seguenti caratteristiche:

1. ritardo nei pagamenti superiore a novanta giorni consecutivi al momento della presentazione della domanda da parte del mutuatario, ovvero per i quali sia intervenuta la decadenza dal beneficio del termine o la risoluzione del contratto stesso, anche tramite notifica dell'atto di precetto, o sia stata avviata da terzi una procedura esecutiva sull'immobile ipotecato;

2. fruizione di agevolazioni pubbliche;

3. un'assicurazione a copertura del rischio che si verifichino gli eventi di cui sopra, purché tale assicurazione garantisca il rimborso almeno degli importi delle rate oggetto della sospensione e sia efficace nel periodo di sospensione stesso.

 

Le istanze di accesso al beneficio vanno presentate presso la banca o l’intermediario finanziario che ha erogato il mutuo a partire dalla data di entrata in vigore del nuovo regolamento (27 aprile 2013).

La banca o l’intermediario finanziario, verificata la completezza e regolarità formale dell’istanza, la inoltra a CONSAP S.p.A. (soggetto gestore del Fondo) che, verificati i presupposti, rilascia il nulla osta alla sospensione del pagamento delle rate di mutuo.

La banca o l’intermediario finanziario, acquisito il “nulla osta” di CONSAP, comunica all’interessato la sospensione dell’ammortamento del mutuo. Ulteriori informazioni potranno essere assunte presso CONSAP S.p.A. www.consap.it 

Ma quale sarebbe la documentazione occorrente?

La domanda deve essere presentata alla banca presso la quale è in corso di ammortamento il mutuo, unitamente alla seguente documentazione:

  • Documento di Identità

Inoltre il richiedente dovrà presentare la seguente documentazione:

  1. In caso di cessazione del rapporto di lavoro subordinato, con attualità dello stato di disoccupazione

    • In caso di rapporto a tempo indeterminato, lettera di licenziamento ovvero documentazione attestante le dimissioni da lavoro per giusta causa (si veda punto 3)
    • In caso di rapporto a tempo determinato, copia del contratto nonché eventuali comunicazioni interruttive del rapporto (nel caso di dimissioni per giusta causa si veda il punto 3)
  2. In caso di cessazione del rapporto di lavoro di cui all'art. 409 numero 3 del c.p.c., con attualità dello stato di disoccupazione:

    • copia del contratto nonché eventuali comunicazioni interruttive del rapporto (in caso di recesso per giusta causa si veda il punto 3)
  3. In tutti i casi di dimissioni per giusta causa:

    • sentenza giudiziale o atto transattivo bilaterale, da cui si evinca l'accertamento della sussistenza della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore;
    • lettera di dimissioni per giusta causa con il riconoscimento espresso da parte del datore di lavoro della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore ovvero lettera di dimissioni unitamente all'atto introduttivo del giudizio per il riconoscimento della giusta causa.
  4. In caso di insorgenza di condizioni di non autosufficienza o handicap grave dell'intestatario o di uno dei cointestatari del contratto dei mutuo:

    • certificato rilasciato dall'apposita commissione istituita presso l'ASL competente per territorio che qualifichi il mutuatario quale portatore di handicap grave (art. 3, comma 3, legge 104/1992) ovvero invalido civile (da 80% a 100%)

 

Si vabbè Mutuè. ma 'ndo lo trovo adesso il modulo per fare la domanda?

eccotelo servito  (VECCHIO MODULO)

 

 

 

Queste sono le linee guida del Fondo di solidarietà Gasparrini che si sono adottate fino a ieri, ai giorni nostri ( scriviamo oggi 18/03/2020) in piena emergenza per il virus Covid19 più conosciuto come Coronavirus il Governo ha emesso un decreto stabilendo nuovi criteri facilitando l'accesso allo stesso .

Con le nuove disposizioni avranno diritto ad accedere al fondo anche i lavoratori autonomi autocertificando una diminuzione del fatturato del 33% dal 21 febbraio 2020 alla data di presentazione della domanda di accesso al fondo rispetto l'ultimo trimestre 2019 ( in pratica devi dichiarare che siccome sei stato chiuso questo mese per obbligo di legge non hai potuto incassare).

Ed inoltre non c'è più da presentare la certificazione ISEE che faceva perdere tanto tempo . 

moratoria

 

Ma non è tutto, dalle indagini fatte da mutuetto tuo, proprio per non lasciarti solo in questi momenti, le banche, quelle cattivone, si stanno attrezzando con fondi propri proprio per aiutare le famiglie in difficoltà

Quindi continua a seguirci su facebook o chiamaci per sapere come si muoverà ogni banca e cosa bisognerà fare.

 

ciao ed alla prossima.

 

ps cerca di non perdere il sorriso, questa storia in qualche modo si sistemerà, essendo una cosa nuova tutti ci stiamo muovendo senza una direzione ben precisa, e questo magari fa perdere del tempo che se stai in difficoltà, a te, può sembrare infinito.

Per qualsiasi dubbio manda una mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al servizio che abbiamo creato apposta per te con le tue domande o il tuo numero di telefono per essere ricontattato.

Non lasciamo nessuno da solo

 

 

fonti http://www.dt.mef.gov.it/it/attivita_istituzionali/interventi_finanziari/operazioni_finanziarie/fondomutui.html

https://www.consap.it/notizie/2020-03-20-emergenza-coronavirus-le-novit%C3%A0-per-richiedere-la-sospensione-mutui-prima-casa/

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/03/17/20G00034/sg

https://www.consap.it/fondi-di-solidarieta/fondo-di-solidariet%C3%A0-per-i-mutui-per-lacquisto-della-prima-casa/domanda-ed-elenco-documenti/

Pubblicato in K2 Blog

Questo giorno ce lo ricorderemo per tantissimi motivi;

Era un venerdì di un marzo nuvoloso, più precisamente era il 13 marzo (marzo era quello delle famose IDI, ma quello me pare fu un 15 marzo ), comunque stavamo dicendo che oltre ad essere un venerdì 13 marzo era pure Er 2020, anno bisesto, il mondo era impantanato in una pandemia, pensa che per uscire di casa ci voleva il 'lasciapassare'.

In Italia eravamo stati tutti confinati a casa da un decreto del presidente del consiglio, era scoppiata una pandemia mondiale in cui noi eravamo uno dei focolai più importanti del mondo con 14000 persone contagiate ed oltre 1500 morti, stare a casa permetteva di arginare il contagio.

Il clima era surreale, strade vuote e divieto di accarezzare anche tuo figlio, sembrava di vivere in un film di Batman, ma mancava proprio lui Batman.

La storia racconta che il venditore avrebbe potuto stipulare solo in quella mattina perché sarebbe arrivato con un aereo dall'Africa dove lavorava e ci aveva avvertito 2 mesi prima, il lunedì successivo sarebbe ripartito.

Avevamo trovato una Notaia molto precisa e preparata che ci aveva dato disponibilità alla stipula.

Ma il virus era lì che spaventava tutto e tutti, l'Italia aveva chiuso tutte le attività commerciali, anche alcune banche, ma la nostra no, anche il direttore con tutto il suo staff di era reso disponibile.

Eravamo dei semplici manovali dell'economia, persone che volevano par bene il proprio lavoro, eppure eravamo fieri come dei veri eroi solo per aver sfidato il virus essendo usciti di casa e potendolo incontrare ovunque.

Insomma poteva essere un venerdì come tanti altri, invece era un venerdì 13 marzo di un anno bisestile ed il giorno prima la Borsa Italiana aveva avuto il peggior tracollo della storia, ma la nostra Vanessa era una donna tostissima e quella casa  ? la voleva .

Arrivammo in banca con guanti e mascherine, io Entrai solo nei momenti difficili perché si dovevano mantenere delle distanze tra una persona e l'altra.
Entrarono solo Vanessa , il venditore e la Notaia con gli occhi azzurri, si bloccarono tutti i computer e doverono aspettare, nella testa di tutti frullavano mile pensieri, forse non è destino, meglio che lasciamo perdere e ritorniamo quando sarà tutto finito ed invece no, quando tutto tornò a funzionare Vanessa finalmente poté coronare il suo sogno e con somma sorpresa di tutti, banca compresa.

Vanessa comprò la sua casa con un mutuo a 30 anni con tasso fisso da record 0,72% risparmiando esattamente 58 euro al mese rispetto al giorno in cui aveva deciso di comprare, era un tasso da record, tutti rimasero sbigottiti, tranne il direttore che fu SBALORDITO, si andò a sciacquare il viso perché non credeva ai suoi occhi.

Auguroni Vanessa (#Belladecasa) da quel giorno anche lei aveva il suo nido dove formare la sua famigliola con il suo fedele ed adorato compagno.

A.D 2020/03/13

 

Il narratore www.mutuetto.it

PS ; nei momenti in cui il mondo sembra finire ci vuole il coraggio di iniziare una nuova vita, se mi chiami ti accompagno, tu mettici un pizzico di coraggio che la pazzia la porto io.

 

e tu? vorresti davvero un consulente diverso da me?

Approfitta del momento e non ti far spaventare da uno stupido virus, lascia qui sotto i tuoi dati

 

Please let us know your name.
Please let us know your email address.
Please write a subject for your message.
Campo Obbligatorio
Invalid Input
Invalid Input

 

Pubblicato in K2 Blog

Hai visto la casa che ti piace e la vorresti comprare, ti sei fatto i conti e sai che devi richiedere un mutuo; ti starai chiedendo: e mo’ come se fa?

 

Di solito le persone fanno una ricerca online per vedere a che tipo di impegno vanno incontro. 

 

Quindi si recano nella loro banca e fanno una prima consulenza con l’addetto ai mutui che trovano lì, spesso non sono soddisfatti perché magari in quel momento hanno visto che altre banche hanno prodotti più vantaggiosi e spesso prendono appuntamento con altre banche o con consulenti del credito.

 

Di solito, alla fine della tortuosa Via Crucis, hanno ancora più confusione perché vengono riempiti di paroloni e difficoltà, ma TU sei diverso ed hai scelto la banca alla quale richiedere il tuo mutuo.

 

La prima cosa da fare è PRESENTARE UFFICIALMENTE LA RICHIESTA DI MUTUO, 

 

una volta che hai fatto la consulenza ed hai prodotto tutta la documentazione richiesta ci si mette seduti e si firmano “decinaia” (licenza poetica, sì sono un artista) di carte.

 

Fatto questo primo passo importante la banca, dopo aver assolto le procedure antiriciclaggio, passa alla valutazione reddituale detta in gergo tecnico ANALISI REDDITUALE, in pratica lì ti giochi il 90% della partita.

 

La banca incrocia le varie banche dati, si fa i suoi conticini e decide se per lei puoi essere un cliente “gradito” o meno, insomma decide SE TE DA STI SOLDI O NO.

 

Una volta che ha deciso che i soldi te li vuole dare, procede ad incaricare un perito a lei gradito che verrà a controllare se il prezzo che paghi è congruo con il valore di mercato e soprattutto se la casa è in regola con le varie normative che afferiscono l’urbanistica: in pratica il perito controlla che la casa sia in regola nella sventurata ipotesi che un giorno debba andare all’asta e se la stai pagando il giusto (sì, hai letto bene, alla banca fondamentalmente de te gli frega il giusto: ti sta prestando dei soldi e vuole sapere se sei un bravo ragazzo e intendi pagare tutto il buffo per 30 anni. Nel caso in cui non ci riuscissi -e la banca da per scontato che sia così- l'unico modo che ha per rientrare dei propri soldi è mandare all’asta la casa).

 

Una volta che il geometra o architetto o ingegnere ha mandato la valutazione della casa alla banca (potevo scrive istituto di credito che fa fico ma lasciamo banca)  chiama il Notaio che tu hai scelto e si fa mandare la RNP (relazione notarile preliminare) la quale attesta che la casa che compri sia realmente di proprietà di chi te la vende, che siano stati regolari tutti i passaggi di proprietà, che non ci siano vincoli ostativi alla vendita (vincoli storici, paesaggistici, diritti di terzi ecc...) e manda tutto al suo ufficio tecnico legale, il quale deve dare un parere di conformità.

 

La banca sembra che ti stia facendo un favore, invece tutte queste operazioni ti vengono conteggiate e fatte pagare con il nome di ISTRUTTORIA, realmente sta controllando che se la casa dovesse andare all’asta loro so tranquilli e coperti.

 

Arrivati a questo punto non ti resta che aprire il conto corrente, versarci tutti i soldini che hai, fare gli accrediti degli stipendi e fissare insieme alla banca, il Notaio ed il venditore la data di stipula.

 

Quel giorno finalmente diventerai PADRONE DE CASA; certo, hai un buffo enorme con rata mensile che ti farà compagnia per buona parte della tua vita, ma funziona così.

 

Se pensi che per te sia difficile da far tutto da solo o hai paura di perdere un'infinità di tempo la cosa più intelligente che puoi fare è lasciarmi i tuoi dati qui sotto

 

Please let us know your name.
Please let us know your email address.
Please write a subject for your message.
Campo Obbligatorio
Invalid Input
Invalid Input

Pubblicato in K2 Blog
© 2018 Mutuetto. Tutti i diritti riservati. Powered by Altemica