Cerca

…Ma quanti documenti anagrafici servono per il mutuo?

Eccoti, ti vedo sorridente appena uscito dalla consulenza con l’omino dei mutui nella tua banca, ti ha dato un bel foglio stampato con una serie infinita di documenti da portargli per poter procedere ad una richiesta di mutuo e tutto contento ti dirigi verso casa per dare la lieta novella a tua moglie, che ce vole pensi, quattro fotocopie e sono pronto .

ahhahahahaahhahaa m’hai strappato una risata, ma l’hai letta bene quella lista?

Lascia che ti dia una mano e leggiamola insieme, ti dividerò la spiegazione dei documenti e che vogliono e come li vogliono in più di un articolo del blog, perchè può sembrare tutto scontato o puoi pensare che in mancanza di un documento ne va bene un altro.

Niente di più sbagliato, se solo un angolo della tua vecchia carta di identità è tagliato o fai male le fotocopie la pratica manco parte bello mio.

Questo è uno dei motivi principali per cui in banca spesso il mutuo fai da te ci mette un tempo infinito ad essere lavorato, sai che c’è, anche ai bancari non piace perdere tempo nel loro lavoro, quindi quando una pratica risulta incompleta la lasciano li ferma su uno degli armadi alle sue spalle, mica mi vorrai dire di non aver notato quella pila di cartelline sull’armadietto dietro al direttore?! 

Tu credi che sono oberati di lavoro, che in parte è anche vero, ma la maggior parte delle cartelline sono li in attesa che la documentazione venga completata.

Ma iniziamo a scorrere la lista:

DOCUMENTAZIONE ANAGRAFICA OCCORRENTE:

Copia del documento di identità fronte/retro 

è sempre preferibile fare la copia della carta di identità piuttosto che la patente in quanto la patente moderna non sarebbe neanche valida come documento di riconoscimento, mi raccomando che la stessa non sia troppo rovinata, i dati devono essere tutti leggibili (no, non vanno bene se li ripassi a mano perché è talmente sbiadita che la tua copisteria non riesce a farne una copia decente, se fai un ritocchino il documento NON è più valido) ti consiglio di fare una copia per ogni lato perchè se per farli entrare tutti in un foglio li sovrapponi non vanno bene ugualmente.

Sappi che alcune banche si avvalgono di una società esterna alla banca che fa una certificazione antifrode e anche se sappiamo benissimo che il tuo documento è regolarissimo dobbiamo poter permettere anche a loro di svolgere le loro verifiche in modo da agevolare la pratica. Alcune banche si accontentano anche della patente, ma in mancanza della carta d’identità ti consiglio di fare una copia del passaporto che da più sicurezza.

Copia del tesserino codice fiscale o della tessera sanitaria fronte/retro

Dai, questa è facile pure per te che sei un disordinato cronico, oddio e mò ‘ndo l’ho messo ti chiederai ? questo di solito è il primo colpo al cuore quando leggi sulla lista della banca CODICE FISCALE, tanti non ricordano dove lo hanno messo e fanno una copia online con i programmini che li generano o lo tralasciano pensando che tanto lo trovano sulle buste paga o certificazioni uniche…

Niente di più sbagliato amichetto mio, ma oramai con l’avvento della tessera sanitaria o la nuova carta di identità elettronica questo problema si risolve facile, ah dimenticavo, ricordati di controllare la scadenza della tessera sanitaria, sennò nun è bona manco quella. ( ps: il duplicato si chiede all’agenzia delle entrate o anche online)

Certificato cumulativo o contestuale 

(comprende certificato di stato di famiglia, certificato di nascita, certificato di residenza, certificato di stato civile) questo è uno dei capitoli più difficili da far digerire al cliente tipo, innanzitutto parecchi non sanno neanche dove si fa.. LI RILASCIA IL COMUNE DI RESIDENZA, se sei residente a Roma, ovvero nella capitale del mondo sappi che le cose sono cambiate dai tempi in cui andavi a fare la carta vidimata per andare in gita con la scuola.

Adesso per richiedere un certificato anagrafico devi innanzitutto scaricare la app TUPASSI del comune e prendere appuntamento con quella, altrimenti rischi di dover andare 2 volte al tuo municipio, una per prendere appuntamento e la seconda per richiedere il certificato, poi ce sarebbe la terza per ritirare l’ESTRATTO DI MATRIMONIO, ma non serve a tutti, solo a quelli che si sono sposati in separazione dei beni.

Mi raccomando di richiedere un CERTIFICATO CUMULATIVO O CONTESTUALE perchè se vai al comune i certificati si pagano in quanto di norma si rilasciano in carta da bollo da 16 euro e spicci, quindi fare 3 certificati ti costa un cinquantino e noi magari con quei soldini ce portamo i pupi alle giostre.

Però te do una bella notizia, adesso i certificati si possono fare anche online o alle poste, in più Mutuetto tuo ha pensato pure a questo ed ha fatto una convenzione con una società di servizi che li fa al posto nostro con pochissimi spiccioli..

Certificato di matrimonio

Se in separazione dei beni estratto di matrimonio per questi devi sapere che se sei sposato in comunione dei beni allora basta un certificato che costa 50 centesimi di euro, mentre se sei sposato in separazione dei beni serve l’ESTRATTO DI MATRIMONIO dove viene specificato il regime patrimoniale scelto e questo va richiesto nel comune dove ci si è sposati.

Per gli stranieri c’è da fare un discorso a parte, se sono comunitari il comune rilascia il certificato comunitario, oppure vanno bene stato di famiglia e certificato di residenza si aggiungono le copie del passaporto, del permesso di soggiorno o carta di soggiorno

Se separati o divorziati serve copia delle sentenze con timbro di omologa e devono essere completi di tutte le pagine specialmente quelle dove si evincono gli eventuali alimenti che si pagano o si percepiscono, per i figli ed il coniuge

Qualora dovesse acquistare la casa ed entrare nel mutuo un minorenne o una persona incapace di intendere, allora serve anche l’autorizzazione del tribunale competente.

Ricordati sempre che se ti serve una mano sai a chi rivolgerti!

    Acconsento al trattamento dei dati personali maggiori informazioni
    Accetto che i dati verranno elaborati da un consulente del credito iscritto all'OAM

    (*) I dati contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.