fbpx
Articoli filtrati per data: Novembre 2020 - Mutuetto

Finalmente una rinfrescata! Ce l’hai fatta Cesarè, ma che aspettavi?

 

Dopo la battaglia con la figlia della Sora Nina, quando parlavamo di nuda proprietà, Cesaretto è riuscito a rivendicare i suoi diritti di proprietario a tutti gli effetti.

 

Adesso però, dopo decenni, è ora di dare una sistemata alla casa, Cesaretto si ritrova a sentirsi parlare in BANCHESE (che somiglia sempre più all’Ostrogoto) per l’ennesima volta… 

 

Stai tranquillo Cesareeeee, arrivano i soccorsi! ?

 

Il mutuo per ristrutturazione è un finanziamento che può coprire fino all’80% del valore dell’immobile a lavori finiti.

 

Le ristutturazioni però non sono tutte uguali e, in base all’intervento da effettuare, il finanziamento sarà pianificato in modo diverso.

 

Il mutuo può essere dedicato a lavori di grandi o piccole dimensioni, dalle manutensioni ordinarie come verniciature, sostituzioni, riparazioni, ecc... alle grandi ritrutturazioni che invece comportano uno sconvoglimento degli spazi, come l’abbattimento di uno o più muri.

 

La somma ci può essere concessa in una soluzione unica, che poi gestiremo noi man mano, oppure a SAL, quindi in base allo Stato di Avanzamento dei Lavori, quindi il pagamento viene suddiviso e la banca ci rilascia i soldi passo dopo passo sotto la supervisione di un perito che attesta a quanto ammontano le nostre ristrutturazioni. 

 

Come avrai capito, la durata e il tasso sono elementi sempre variabili e lo sono anche in questo caso. 

 

L’amichetto mio Cesare per avere le idee chiare viene da me perchè mi conosce già, se vuoi conoscermi anche tu riempi il form qui sotto!

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia il tuo nome la tua mail che leggi sempre ed il numero telefonico, sarà nostra cura fartene leggere altri

 
 
Pubblicato in K2 Blog

Il prestito personale, tutto quello che c’è da sapere.

 

Parlare di prestito personale è molto generico poichè questa è una categoria contenente diversi tipi di finanziamenti, come la cessione del quinto, il prestito fiduciario, il prestito vitalizio ipotecario, ecc...

 

Ogni tipo di prestito risponde ad una clientela mirata con differenti esigenze.

 

In questo articolo non entriamo nel merito di tutti i finanziamenti (nel blog trovi articoli sulle singole tipologie), ma parliamo dei criteri che generalmente ci possono permettere di fare richiesta in banca. 

 

Nonostante ogni istituto abbia dei requisiti specifici, si segue sempre il filo conduttore delle norme stabilite dalla Banca d’Italia:

 

  • Età compresa tra i 18 e i 70 anni (talvolta questa soglia può dimostrarsi elastica).

 

  • Dimostrazione di capacità e possibilità di rimborso del finanziamento.

 

  • Esibizione di documenti reddituali quali:
  • Busta paga (dipendenti)
  • Dichiarazione dei redditi (autonomi)
  • Cedolino pensione

 

In secondo luogo viene calcolato un piano di ammortamento che ci permette di verificare quale sia il debito residuo ad ogni rata; 

dal piano di ammortamento ci è possibile anche conoscere il numero delle rate e il rapporto di ogni signola rata tra interessi e quota capitale.



Se sei indeciso e hai dubbi su cosa faccia per te riempi il form qui sotto, magari sono proprio io!

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia il tuo nome la tua mail che leggi sempre ed il numero telefonico, sarà nostra cura fartene leggere altri

 
 
Pubblicato in K2 Blog

Cesaretto, dopo aver finalmente capito che cos’è l’Euribor la volta scorsa, è tornato in banca, dove gli hanno nominato Eurirs... 

Apriti cielo, è tornato coi capelli dritti!

M’ha raccontato che ci ha pure provato a parlarne lì per lì mentre stava in banca, ma niente… ‘sto BANCHESE proprio non è chiaro… 

Se stai messo come Cesaretto leggi qua sotto che ti posso dare una mano.

 

L’Eurirs (Euro Interest Rate Swap) è il tasso per gli swap su interessi.

 

Cesaretto: ?

 

Ovviamente è poco chiaro…

 

In breve, annualmente le banche definiscono le medie dei mercati (nel caso dell’Eurirs si tratta di mercati Europei) e l’Irs è un parametro di riferimento che, per convenzione, si usa per i tassi fissi.

In pratica è un tasso di interesse medio al quale le principali banche europee scambiano soldi reciprocamente.

 

Cesarè, ti vedo ancora confuso… 

Ti porto un esempio pratico:

 

Una banca francese presta ipoteticamnte a una banca tedesca 100.000,00 euro a 20 anni ad un determinato tasso (facciamo che il valore del tasso sia 1).

 

Poi una banca spagnola presta, sempre ipoteticamente, altrettanti 100.000,00 euro ad una banca italiana, sempre a 20 anni ma ad un tasso diverso (che fingiamo abbia un valore equivalente a 3).

 

Dopo aver considerato tutti gli scambi e i rispettivi tassi possiamo dire che, nel nostro caso, la media del valore dei tassi equivale a 2.

Abbiamo trovato il nostro ipotetico Eurirs.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia il tuo nome la tua mail che leggi sempre ed il numero telefonico, sarà nostra cura fartene leggere altri

 
 

Era facile Cesarè, basta chiedere… Se cerchi un professionista competente che non esita a tradurti il banchese riempi il form qui sotto.

Pubblicato in K2 Blog

Occhio al compromesso!?

 

Il contratto preliminare, chiamato anche compromesso, è una promessa tra le due parti. 

Questo contratto contiene la manifestazione da parte di venditore e acquirente di concludere la compravendita; una dettagliata descrizione dell’immobile, accompagnata da planimetria e visure catastali che confermano quanto riportato e il prezzo pattuito per la compravendita.

 

Inoltre, nel preliminare, va indicata la somma che versiamo come acconto o caparra. 

Nel caso in cui non venga esplicitata tale indicazione, la somma versata sarà considerata come acconto e, in caso di compravendita non conclusa,  ci verrà restituita.

 

Nonostante questo non sia il contratto definitivo, è lo strumento che ci garantisce che non ci siano ripensamenti da nessuna delle parti in quanto non revocabile.

 

Un buon mediatore creditizio individua un compromesso non conforme alla prima occhiata. Inoltre, se non sai a quale notaio rivolgerti, io mi affianco solo a pochi professionisti scelti tra tanti.

 

Scegli qualcuno con esperienza, spendere poco adesso può significare dover rattoppare i danni di qualcuno con il tuo portafogli tra qualche anno.

 

Riempi il form qui sotto e guardati apparire intorno la botte di ferro che meriti.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia il tuo nome la tua mail che leggi sempre ed il numero telefonico, sarà nostra cura fartene leggere altri

 
 
Pubblicato in K2 Blog

Dopo aver capito cos’è l’ipoteca, con la rubrica “il banchese parlato potabile” capiamo cos’è il mutuo ipotecario:

 

innanzitutto si tratta della forma di finanziamento a medio-lungo termine più diffusa e concessa. Viene utilizzato più che altro per l’aquisto di immobili, ma possiamo richiederlo anche con lo scopo di costruire o ristrutturare, a differenza del mutuo fondiario che è solo per l’acquisto dell’immbile.

Come già avrete immaginato, si definisce ipotecario perché la garanzia che la banca ha sul nostro rimborso è l’ipoteca sul bene che acquistiamo.

 

Al contrario di altre forme di finanziamento (come il mutuo a sal che vedremo), questa ti da la possibilità di ricevere la somma in una soluzione unica.

 

La restituzione del denaro richiesto avverrà poi tramite rate che potrebbero avere un importo fisso o variabile a seconda dell’opzione che ti conviene.

 

Nella rata è prevista una quota capitale, che sono i soldi che restituisci, e una quota interessi, che varia in base al tasso.

 

In questo periodo di totale smarrimento, le certezze sono due:

  1. I tassi sono scesi.
  2. Mutuetto ti può aiutare.
  3. Il Colosseo sta a Milano.

Se hai già individuato l’affermazione falsa, che aspetti a riempire il form?

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia il tuo nome la tua mail che leggi sempre ed il numero telefonico, sarà nostra cura fartene leggere altri

 
 
Pubblicato in K2 Blog

Prestito non finalizzato? ?

 

Sì bello de casa, c’è Mutuetto a schiarirti le idee.

 

Il prestito non finalizzato non prevede l’obbligo di indicare in che modo verrà impegnato il denaro finanziato, quindi la somma viene intestata tramite assegno o viene versata direttamente sul conto bancario del cliente.

 

Il richiedente quindi non è vincolato a specificare l’utilizzo del denaro accreditato. Spesso però conviene comunicare il fine del prestito all’istituto di credito, in quanto queste informazioni potrebbero influenzare le condizioni ed il costo di concessione del finanziamento.

 

Alcune finalità, infatti, ci permettono di accedere al finanziamento con tassi e condizioni favorevoli rispetto ai prestiti per liquidità pura, oltretuto è anche più facile che ci venga concesso, inoltre non sono previste garanzie di tutela per questo tipo di prestito.

 

Ti chiedi perché bello di Zio?

 

Dai dati analizzati dalle banche, scopriamo che i prestiti per liquidità sono i meno rispettati sia per ritardati pagamenti che per pagamenti direttamente mancati. 

Questa è la ragione per la quale le banche sono molto diffidenti e selettive nella valutazione del richiedente.

 

Se hai bisogno di capire se ti conviene o per la certezza di avere le carte in regola, riempi il form qui sotto e abbattiamo ogni diffidenza.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia il tuo nome la tua mail che leggi sempre ed il numero telefonico, sarà nostra cura fartene leggere altri

 
 
Pubblicato in K2 Blog
Lunedì, 23 Novembre 2020 11:46

La Nuda Proprietà

Sentiamo tanto parlare di nuda proprietà, ( a me già che è nuda me piace )ma vediamo nel dettaglio di che si tratta.

 

Innanzitutto bisogna aver chiaro il concetto di diritto di usufrutto: 

l’usufruttario, che gode di questo diritto, beneficia del bene appartenente al nudo proprietario. 

Nel caso di un immobile l’usufruttuario è colui che abita la dimora ma, ovviamente, non essendone titolare non può apportare modifiche nè venderla, ha praticamente il ruolo di un affittuario.

 

Per capirci di più, rifacciamoci alla storia del nostro più solenne seguace Cesaretto, che ormai ne ha passate di cotte e di crude. 

 

Cesare, amico mio, racconta un po’!

 

C: “Allora Mutuè, la storia è semplice semplice: 

andiamo a vede’ ‘sta casa e i bambini la adorano, pure a Pompea piace da mori’, così parliamo un po’ con l’agente immbobiliare che ci spiega la situazione… insomma mi dice che la casa era abitata da ‘sta signora che vendeva solo la nuda proprietà. 

 

Io sarò sincero, se l’avessi vista da solo non avrei approfondito ma ormai, come se dice… l’ova erano rotte e la frittata s’era fatta, l’avevano vista tutti e piaceva a tutti.

 

Firmiamo con la consapevolezza che saremmo potuti andarci a vivere solo quando la Sora Nina, che ce l’ha venduta, sarebbe passata a miglior vita. 

 

Passano gli anni e nel frattempo quasi tutte le responsabilità del padrone di casa erano le nostre, anche senza abitare l’appartamento ci spettavano spese tipo gli infissi e l’intonaco, però le tasse erano compito della signora.

 

Te la faccio breve, la Sora Nina (pace all’anima sua) ieri viene a mancare e noi veniamo contattati dalla figlia che cerca di rivendicare il diritto d’usufru-”

 

Fermate Ce’... come il diritto di usufrutto? Mica è ereditario. L’hai pagata meno proprio perché hai dovuto aspettare tutti questi anni!

 

C:”Allora scappo Mutuè, menomale che t’ho incontrato!”

 

Vai Cesarè, digliene quattro e ricordati amico mio: “veni, vidi, vici”.



La nuda proprietà, se ti servi di buoni professionisti, è un investimento intelligente e sicuro e se vuoi vincere anche tu... che aspetti a riempire il form qui sotto?

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia il tuo nome la tua mail che leggi sempre ed il numero telefonico, sarà nostra cura fartene leggere altri

 
 
Pubblicato in K2 Blog

Pre-delibera… Mai sentita? Te la spiega Zio Mutuetto.

 

Il solito iter di mutuo prevede che, prima di tutto, trovi la casa che vuoi comprare e vieni a parlare con un mediatore del credito oppure vai direttamente in banca a vedere quanto possono darti di mutuo.

 

Nell’eventualità in cui ti viene concesso meno di quanto pensavi, giri i tacchi e silenziosamente vai a cercare un’altra casa più accessibile.

 

Ma c’è un modo per evitare questo lunghissimo sbattimento ed è propriooo…

 

*rullo di tamburi*

 

… La pre-delibera!

 

Nonostante possa sembrare semplicissimo incrociare i tuoi dati personali per trovare la banca e la formula di mutuo che più fanno per te, ti assicuro che ci sono veramente pochi casi che vanno lisci come l’olio.

 

Richiedere il mutuo è un’operazione molto delicata per te ed è una grande responsabilità per chi maneggia i tuoi documenti.



Per la stragarande maggioranza dei finanziamenti bisogna consultare più di una banca e può saltare tutto fino all’ultimo momento, capita addirittura che la proposta di acquisto scada mentre ci si occupa della parte burocratica.

 

La pre-delibera invece ti permette di svolgere tutta questa parte prima ancora della scelta dell’immobile: il tuo profilo reddituale viene analizzato e scopri subito quanto puoi prendere di mutuo. 

 

Inizi il tuo percorso da un punto di partenza molto vantaggioso, aggiusti la mira e ti cerchi una casa sapendo esattamente quanto profonde sono le tue tasche.

 

Hai sei mesi per trovare la casa dei tuoi sogni e, una volta individuata, un tecnico della banca effettuerà la perizia dell’immobile. 

In caso di esito positivo la banca ti concederà definitivamente il mutuo.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia il tuo nome la tua mail che leggi sempre ed il numero telefonico, sarà nostra cura fartene leggere altri

 
 
Pubblicato in K2 Blog
Lunedì, 16 Novembre 2020 15:19

come NON pagare l'agente immobiliare

Cesaretto, lo sai che se uno che si presenta come agente immobiliare non ha determinati requisiti NON VA PAGATO?

Te piace sta cosa è?

Come lo riconosciamo?

C'ha la cravatta a quadri? Er vestito troppo largo? Le scarpe slacciate?

Non giochiamo, qui l'argomento è serio e va trattato con cognizione di causa, affidarsi ad un agente immobiliare significa farlo diventare uno di famiglia perchè tratterà insieme a noi l'affare più importante della nostra vita.

Essere Agenti Immobiliari Professionisti al giorno d'oggi è veramente difficile.

Vediamo innanzitutto come è fatto.

Ha occhi e bocca come tutti ma deve essere preparatissimo in Estimo, la materia che gli da le basi per fare le stime, un pochetto di giurisprudenza la deve conoscere, altrimenti come fa a parlare ed interagire con un notaio?

Poi ha formazione economica e finanziaria, sa essere geometra e pure un pochetto architetto, ma soprattutto deve comportarsi da buon padre di famiglia ed essere sincero, sia se vendi che se vuoi comprare.

Certo Cesaretto mio c'hai un bel 23 ad essere capitato su questo blog perchè negli anni una bella selezione l'ho fatta io per te, quindi se devi cmprare o vendere prima famme uno squillo che te ne presento uno bravissimo.

Adesso Fabrizio Colarossi che uno dei miei selezionati ( si, mo je faccio pure er bollino de qualità) ti spiega tutto su come riconoscere e verificare che un agente immobiliare che ti costerà parecchi euri te ne farà guadagnare il doppio in sicurezza e risparmio.

Leggi il suo articolo e poi riempi il form che se Fabrizio non avesse la casa per te ti posso  presentare  altri  Professionisti Agenti Immobiliari.

Non pagare le provvigioni al FINTO Agente Immobiliare

Posso fidarmi di quell’Agente Immobiliare?

Se fidarsi è bene …
… non fidarsi è meglio!

 

Di la verità, quante volte hai pronunciato questo proverbio?

Ogni volta che si avvicina la necessità di trasferire ad altri il controllo di qualcosa di nostro entra in gioco questo sentimento.

Per Vendere Casa dei avere fiducia del tuo Agente Immobiliare

Ma cosa significa “FIDUCIA”

La parola Fiducia, nella Roma antica aveva il seguente significato:

contratto con cui viene affidata a una persona una cosa,
da restituire in seguito o da consegnare ad altri

La Treccani moderna invece definisce la fiducia come un:

atteggiamento, verso altri o verso sé stessi, che risulta da una valutazione positiva di fatti, circostanze, relazioni, per cui si confida nelle altrui o proprie possibilità, e che generalmente produce un sentimento di sicurezza e tranquillità

In entrambi le definizioni giocano un ruolo determinante le nostre emozioni.

Decidere di dare fiducia ad una persona, in qualsiasi ambito della nostra vita, significa delegare ad un altro una parte consistente del nostro modo di vivere.

Nella speranza che quella persona ci premi con un comportamento corretto.

Ma quanta fatica prima di poter dire mi fido di te!

C’è una bellissima canzone di Jovanotti che ne parla

 Lui lega diverse volte la parola frase “mi fido di te” a “che cosa sei disposto a perdere

Non voglio trasformare questo post in una prosa del testo di Jova, tuttavia non posso non notare come lui incarni a perfezione il sentimento della fiducia.

“La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare”

Rivoluzione allo stato puro!

Uno stato d’animo che potrebbe bloccarti e farti ritirare indietro si trasforma in una emozione che ti spinge ad avere fiducia in qualcosa e buttarti, perché chi pensa positivo desidera volare e non cadere.

Va bene la smetto qui e arrivo al succo del mio post.

Per vendere casa si parte dalla Fiducia nell’Agente Immobiliare

Perché voglio parlare di fiducia?

Proprio sabato ho ricevuto la chiamata di Mariella, una mia conoscente che, sconfortata, mi parlava di una esperienza vissuta con un sedicente agente immobiliare.

“Mi sono fidata e non avrei dovuto”

Si riferiva ad un incarico di vendita che, insieme al marito, aveva conferito ad un “ragazzetto sbarbatello” che li aveva “rincoglioniti” (tutto ciò che metto tra virgolette sono sue testuali parole che riporto fedelmente) con frasi ad effetto e citazioni rivoluzionarie tipo:

“noi siamo scienza non fantascienza del resto il pal-color lo abbiamo inventato noi”

La sua delusione era legata al vuoto assoluto che si era celato dietro a quell’infrastruttura fradicia fatta solo di parole studiate a tavolino e ripetute come fa un attore con il suo copione.

Mariella al telefono piangeva dalla rabbia.

Non tanto per il vuoto, quanto per il sentimento che le covava dentro.

Quel sentimento che prova chi viene tradito o truffato e si accorge che con un pò più di attenzione avrebbe potuto evitarlo.

Se fidarsi è bene …
… non fidarsi sarebbe stato meglio!

La superficialità e la mancanza di preparazione di un agente immobiliare NON meritano fiducia

Quel ragazzetto, probabilmente alle prime armi, nel sottovalutare alcuni aspetti della compravendita ha messo Mariella ed il marito nelle condizioni di dover restituire il doppio di una caparra incassata a fronte di un preliminare scellerato.

Nulla da fare soldi persi e condanna al pagamento delle spese legali.

La ciliegina sulla torta?

Quel ragazzetto, stavolta in maniera consapevole, non era neanche abilitato a svolgere l’attività di agente immobiliare.

Per svolgere l’attività di agente immobiliare è necessario essere ABILITATI

Si professa “responsabile di agenzia” senza aver mai sostenuto un esame, senza aver mai pagato un euro di imposte, senza sapere neanche lontanamente cosa significhi avere una iscrizione al R.E.A. della Camera di Commercio.

Viene da chiedersi:

Come mai, in un paese civile, a ridosso del 2020 si possa cadere in simili personaggi?

Viene da chiederselo ma non viene da risponderselo

Se Mariella avesse controllato, probabilmente, non si sarebbe fidata di un simile personaggio!

Avrebbe cercato un Agente Immobiliare Professionista, soprattutto ABILITATO, che l’avrebbe tutelata.

Certo l’avrebbe TUTELATA!

Perché, anche qualora si fosse trattato di errore, un agente immobiliare professionista sarebbe intervenuto con la propria POLIZZA ASSICURATIVA che un ABUSIVO NON PUO’ AVERE!

Quel tizio ha distrutto, in un solo colpo, la fiducia di Mariella trasformando la sua iniziale voglia di volare nella paura di cadere.

Mariella mi ha esplicitamente confermato che difficilmente si rivolgerà ad una agenzia immobiliare nel futuro.

Hai capito bene!!!

Quel comportamento scellerato ha minato la fiducia in tutto il settore degli agenti immobiliari e non solo in quella persona o nel “Gruppo” incriminato.

Mariella è ignorante

Lavora otto ore al giorno in ospedale e ignora completamente queste dinamiche.

Non sa che per garantire la capillarità di cui vanno fieri certi gruppi reclutano tutti.

Che affidano la gestione dei risparmi di una vita a persone con tre mesi di esperienza, naturalmente prive di qualsiasi tipo di formazione.

Che, pur di fare fatturato, incassano provvigioni senza aver fatto il benché minimo controllo.

Quello che maggiormente mi rattrista è che, quando ho detto a Mariella che avrebbe potuto controllare se il tizio fosse stato o meno abilitato a compiere danni, lei mi ha risposto cadendo dalle nuvole.

Mariella non sapeva che per fare l’Agente Immobiliare devi:

  • essere abilitato presso la CCIAA in cui operi ;
  • avere una iscrizione al Registro Attività Economiche (rea) della CCIAA in cui operi;
  • avere i moduli depositati alla CCIAA in cui operi;
  • aver sottoscritto una polizza assicurativa per responsabilità professionali;
  • pagare l’IVA;
  • pagare le tasse

E quante ne vuoi ne metto.

E’ possibile verificare se quello che hai davanti è un Agente Immobiliare Abilitato

Mariella non sapeva neanche in che modo fare questa verifica.

Ma qui mi sento di giustificarla perché non è affatto semplice stanare un ABUSIVO.

Loro lavorano sotto mentite spoglie, sui loro moduli compare il nome di un altro, la firma è di un altro, la partita iva è di un altro, il rea è di un altro…

Di colui che possiamo definire il “compare” la “volpe che completa il gatto

E tutto questo è tollerato dai nostri sistemi di controllo, perché in realtà un vero e proprio sistema di controllo non esiste e questi topi abusivi continuano a proliferare alle spalle di tutti coloro (che vivaddio sono la maggioranza) che pagano le tasse.

Oggi però un paio di mezzucci per trovare l’abusivo voglio darteli, anzi voglio lanciare un gioco

STANA L’AGENTE IMMOBILIARE ABUSIVO

Inserendo nome e cognome della persona che hai davanti, che ti ha chiesto un incarico o addirittura i soldi per una mediazione, istantaneamente saprai se ha un qualche straccio di abilitazione su tutto il territorio nazionale.

Cosa significa che non comprare in nessuna ricerca o che comprare con una attività di ALIMENTARI O DI MACELLAIO?

Significa che NON PUO’:

  • fare l’Agente Immobiliare;
  • chiedere incarichi;
  • chiedere soldi;
  • definirsi titolare di una agenzia.

E’ UN ABUSIVO!

Cosa fare dopo che l’hai scovato?

Devi denunciarlo alla Camera di Commercio!

Prova ad inserire il nome del tuo agente immobiliare e verifica se stai rischiando la fine di Mariella e del marito oppure ti stai affidando ad un Agente Immobiliare Abilitato.

Il mio obiettivo non è quello di fare lo spione ma di far maturare nella tua testa la

“Giusta Consapevolezza”

Questo è lo screenshot del portale con la ricerca fatta a mio nome.

Questa è la cattura della visura fatta a  mio nome presso il sito del registro imprese della camera di commercio di Roma. Questo significa che sono un Agente Immobiliare Abilitato

 Da li è possibile verificare tutti i requisiti miei e della mia società di intermediazione, compresi i bilanci, l’elenco soci e tutto quello che può essere necessario per valutare la SERIETA’ di un professionista o di una società.

Non vuol dire che sono il migliore, anche se vero!

Vuol dire che ho studiato, ho fatto degli esamimi formo e soprattutto PAGO.

Pago l’IVA, pago le TASSE, pago un’ASSICURAZIONE e posso dire con orgoglio di essere il Titolare della mia AZIENDA da quasi VENTI ANNI.

Sopratutto significa che dal 2001 sono un

Agente Immobiliare Abilitato

Se vuoi vendere casa continuando a dormire sonni tranquilli

 

 

 

https://fabriziocolarossi.com/blog/non-pagare-le-provvigioni-al-finto-agente-immobiliare/

 

 

 

Lascia i tuoi dati per essere ricontattato
Ti chiamerà nel giro di 24 ore un nostro Consulente iscritto nall'albo tenuto dal'Oam, e valuterete INSIEME la strada migliore per ottenere il mutuo che desideri.
 
 
Pubblicato in K2 Blog
Giovedì, 12 Novembre 2020 15:48

Devi richiederla immediatamente!

Bello de casa,
Ieri Cesaretto mi ha chiamato tutto affannato perchè dopo il ragionamento sull'andamento economico fatto la settimana scorsa al bar ha deciso di surrogare immediatamente.
Stavamo ragionando al bar sul prossimo anno e analizzando i dati tra aziende in crisi e posti di lavoro persi, il prossimo anno le banche se non cambiano alcuni parametri di Basilea potrebbero essere impossibilitate a concedere mutui a parecchie persone.
In pratica tantissime aziende, comprese quelle parapubbliche quest'anno chiuderanno i bilanci in passivo, alzando il rischio per le banche che devono concedere credito.
Per questo ed altri motivi abbiamo deciso di partire subito con la richiesta visto che ancora le banche non hanno problemi.
 
 E te, mica te sarai dimenticato che poi fa la surroga?
Ci starai pensando anche tu che questo può essere il periodo migliore per cambiare banca e risparmiare qualche soldino.
Anche se il mondo bancario sta lavorando con tempi più lunghi iniziando adesso hai la possibilità di essere uno dei primi a poter rogitare nei primi mesi del 2021.
Il prossimo anno potrebbe essere pieno di incertezza per il mondo economico e più passano i mesi più le banche potrebbero mettersi sulla difensiva.
Ci sono dei vantaggi evidenti:
➡️ La possibilità di trasferire il proprio mutuo presso un’altra banca, ottenendo condizioni migliorative ed a costo zero;
➡️ Il mutuo proposto dalla nuova banca può anche prevedere spese periodiche (assicurazione, incasso rata, gestione, etc) minori o nulle rispetto al mutuo originario, permettendo così un risparmio aggiuntivo a quello ottenuto con la riduzione dello spread
Per valutare la migliore soluzione di surroga, occorre seguire alcune semplici regole:
➡️ Verificare con precisione le condizioni ed i costi del mutuo che si sta già rimborsando (tasso, spese, rate, durata e capitale residui);
➡️ Ragionare su quali vantaggi si preferisce ottenere con la sostituzione di mutuo (rate più basse, risparmio sugli interessi, flessibilità di rimborso, liquidità aggiuntiva, etc);
➡️ Confrontare un buon numero di offerte alternative di mutuo da parte di altre banche, in modo da identificare quelle che possono offrire i maggiori vantaggi rispetto al mutuo in essere;
Se ancora non ci conosci e non sai come operiamo qui da Mutuetto basta che digiti Mutuetto su google o qui su facebook per leggere cosa dicono i nostri clienti.
Vieni a berti un caffé, virtuale o dal vivo, con #mutuettotuo che ti spiegherà tutto quello che il banchese ti ha detto due giorni fa!
Datti una mossa, lascia i dati ed aspetta la nostra chiamata
Lascia i tuoi dati per essere ricontattato
Ti chiamerà nel giro di 24 ore un nostro Consulente iscritto nall'albo tenuto dal'Oam, e valuterete INSIEME la strada migliore per ottenere il mutuo che desideri.
 
 
Pubblicato in K2 Blog
Pagina 1 di 3
© 2018 Mutuetto. Tutti i diritti riservati. Powered by Altemica